Dubbi e certezze

Al cinema: attendo il mio turno per acquistare i biglietti. Una coppia -marito e moglie- sulla settantina, è proprio prima di me. Vedo il monitor, sopra alle casse, e scorro con lo sguardo i titoli delle proiezioni in programma, mentre penso: “Chissà cosa andranno a vedere?”  Ne escludo la maggior  parte, perché non adatta ad una coppia anziana, poi, la mia attenzione si sofferma su “Confusi e felici”, una commedia. Decreto che il film prescelto dai signori sia quello.

Mi guardo un po’ attorno. La fila scorre ed é il turno dei miei “amici”. La signora chiede: “Cosa sarebbe Doraemon?”, stropiandone il nome.

“Si tratta di un cartone animato!”, risponde la cassiera. La vecchietta ci pensa un po’ e decide: “No, non fa per me!”

La cassiera allora propone il film che, secondo lei, sarebbe il più adatto alla coppia: “Confusi e felici”. Sul mio volto appare un sorrisetto compiaciuto, “Ho indovinato!” . Peró, alla faccia perplessa della signora, la donna aggiunge: “Si tratta di una commedia romantica”.

“Assolutamente no!” risponde la vecchietta. Poi, si gira verso il marito e dice : “Io voglio andare a vedere Dracula! Tanto tu non hai paura, vero?” Non vi dico la mia faccia, – altro che perplessa – ma soprattutto quella dell’uomo, – terrorizzata e imbarazzata – che risponde alla domanda della moglie col classico: “Bé, io… ” La donna, però,  senza farlo continuare, guarda la cassiera e dice : “Due biglietti per Dracula!”

A quel punto, mi è sorta una domanda : “Ma quell’uomo sarà stato davvero suo marito???”

Martina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *