Io sono Egea

Io sono Egea – Chiara Pilat

Oggi vogliamo parlarvi di “Io sono Egea” di Chiara Pilat, pubblicato da Edizioni Convalle.
Il libro è un fantasy che parte da una situazione molto reale e difficile: una malattia. Ma Egea, la protagonista, non sa che la sua vita sta per cambiare in un modo davvero imprevedibile!

Sinossi.

Egea convive da quasi tutta la vita con un cuore malato e con ciò che la sua condizione di salute comporta: visite mediche, medicinali, il timore di non sopravvivere a lungo. È in attesa di un trapianto quando qualcosa si schianta nel bosco che circonda la sua casa. All’inizio penserà a un asteroide ma si troverà davanti a qualcosa di stupefacente: una navicella aliena. Sarà però il suo unico occupante a dare una svolta inaspettata alla vita della ragazza: senza sapere come, Egea si troverà costretta a subire uno scambio di corpo con una aliena dal dono straordinario e devastante, l’imperatrice Thilyshke, ricercata su più pianeti. Sarà proprio un rude cacciatore di taglie all’inseguimento della fuggitiva a catturare subito dopo la malcapitata Egea dando così inizio a un’avventura che porterà la giovane terrestre su un altro pianeta dove lotterà per non perdere se stessa e riavere indietro ciò che le è stato rubato.

L’Autrice.

Chiara Pilat esordisce nel 2016 sulla piattaforma di self-publishing di Amazon con “The Amuvial Chronicles – La donna degli spiriti” il primo fantasy di una trilogia che comprende il seguito, sempre fantasy, “La regina di Kaitya” e l’horror fantascientifico “Uomini come bestie”.

Tre domande a Chiara Pilat:

1) Parti da una situazione molto reale per arrivare a raccontarci una storia fantastica. Hai cercato volontariamente un contrasto così forte?

“Sì, il romanzo inizia volutamente con uno spaccato della vita della giovane Egea; questo per permettere al lettore di provare empatia per la protagonista, diventando così partecipe della sua situazione non facile e di tutto quello che le capiterà dopo quel fatale incontro notturno.”

2) Descrivici Egea con tre frasi.

“Egea è una giovane donna fragile ma forte in grado di affrontare con astuzia ogni ostacolo.

Ha un grande senso delle giustizia e scoprirà anche di possedere una profonda sete di vendetta.

Non smetterà mai di ascoltare il proprio cuore.”

3) La sensazione che percepiamo è quella di voler regalare ad Egea una specie di libertà, separandola dal suo corpo malato. Volevi darle la possibilità di evadere, anche se non in modo semplice, visto che si trova in una situazione di non facile soluzione, ma che comunque la fa sentire viva?

Quello che si percepisce è esatto: Egea vivrà veramente e intensamente ogni aspetto di quella nuova e problematica vita. Vivrà come non aveva mai nemmeno osato immaginare.

 

Io sono Egea è un romanzo che sicuramente incontrerà i gusti degli appassionati del genere fantasy, ma che si rivolge anche a quella parte di pubblico che ama le storie di riscatto sulla vita e che crede ci sia sempre una seconda possibilità per tutti.

Ringraziamo Chiara Pilat per aver condiviso con noi questa sua nuova avventura letteraria!

 

Roberta & Martina

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *