Il Viaggio

Dal treno

osservo gli alberi

rinsecchiti

protesi verso l’alto

rivestiti solo di trasparente nebbia

quella che mi consente di vedere “oltre”

ed io viaggio

un biglietto pagante per occupare un posto

-di ritorno-

quello al di fuori del finestrino è gratis

e tu

tu viaggi con me

a te

diversamente

il biglietto pagante non serve

fisicamente non occupi alcun posto

viaggi gratuitamente dentro di me

ti porto ovunque

in questo viaggio 

osserviamo la stessa nebbia

Concetta Casano

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *