Qui

Sparge treni in partenza, la vita
nelle anse dove la corrente rifiata
e la noia si desta.

Guardo loro e guardo il mondo
così semplice dar adito al rimpianto
salgo adesso o qui resto.

Finestrini da appannare con sospiri;
occhi accesi per riflessi: i nostri intenti
ma il té finisce: qui si resta, sempre.

Sotto il tavolo le chimere
briciole, sparse, tra le impronte di chi parte
laggiù, le vedi? Riesci ancora a vederle?

30.01.17
Joe Martins

1 comment for “Qui

  1. Beni
    7 febbraio 2017 at 0:40

    Suggerisce …
    Mi piace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *