L'Incredibile storia di Lavinia

L’incredibile storia di Lavinia – Bianca Pitzorno

Tutti noi abbiamo dei libri a cui siamo particolarmente legati, perché li abbiamo letti da bambini e per questo diventa  impossibile dimenticarli. Per me uno di questi è L’incredibile storia di Lavinia di Bianca Pitzorno.

Non so dove sia finito quel libro, in alcuni momenti ho pensato persino di essermelo sognata. Del resto, come era possibile che qualcuno scrivesse una storia che parlasse soprattutto di cacca?

Invece, L’incredibile storia di Lavinia esiste ed è tornato in auge proprio nell’ultimo periodo, cosa di cui  non posso che essere felice.

Anzi, devo ringraziare un’amica speciale, Silvia che, sentendomi parlare del fatto che non lo trovassi più in casa, ha deciso di regalarmi la nuova edizione del libro (Einaudi Ragazzi), emozionandomi non poco!

Voi lo avete letto?

Certo, è un libro per bambini, ma credo sia importante leggerlo anche da adulti, perché in questa semplice storia, Bianca Pitzorno ci offre molti spunti di riflessione ed altrettanti insegnamenti.

Primi tra tutti, di essere generosi ed aiutare il prossimo in difficoltà (possono  sembrare scontati, ma non lo sono): Lavinia, infatti, è una povera orfanella, tutta sporca e sola, che vive per strada, maltrattata da ricchi signori troppo impegnati nelle ultime commissioni natalizie. Solo una fata saprà aiutarla, ma in un modo poco convenzionale, ovvero donandole un anello in grado di trasformare qualunque cosa in… Cacca!

Avete capito bene. Con astuzia e un po’ di irriverenza, Lavinia riuscirà ad ottenere abiti nuovi, un posto caldo e accogliente in cui vivere, un amico,Clodoveo, e tutto ciò che una bambina possa desiderare, senza limiti.

Ma attenzione, perché il successo e la ricchezza possono dare alla testa!

Infatti, Lavinia inizierà presto a darsi un po’ troppe arie, tanto da non apprezzare più la compagnia del buon Clodoveo. Ma l’anello magico non fa distinzioni e al minimo errore può farti rimanere di cacca!

Cosa succederà a Lavinia?

Per scoprirlo, non resta che leggere L’Incredibile storia di Lavina, magari assieme ai vostri figli o, perché no, da soli. Sono sicura che vi strapperà più di un sorriso!

Buona lettura,

Roberta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *