Il terrorista

  Il giorno in cui mi portarono via, ero certo che non avrei mai più rivisto il sorriso di Elisa. Quella mattina all’aeroporto di Roma stavo aggrappato a lei che correva da una parte all’altra, schivando centinaia di valige e sbattendo contro viaggiatori che partivano e arrivavano da ogni parte del mondo. I suoi genitori la richiamavano alzando la voce,…

Confini

Dopo un lungo viaggio giunto al tuo confine trovai un muro di mattoni tentai di varcarlo ma venni respinto e rimasi fuori privo del visto d’ingresso per il tuo cuore restai profugo del nostro amore Lorenzo Tonarelli

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: